.
Annunci online

SOVIET
IL SOCIALISMO PRIVATO DEL SUBCOMANDANTE -Interista Leninista-
1 dicembre 2008
COMUNICATO #2
"Cari compagni, cittadino, fratelli e partigiani,
con un azione audace nel cuore della notte, abbiamo compiuto la prima azione dimostrativa. Un gesto piccolo ma capace di dimostare la serietà delle nostre intenzioni e la capacità d'azione.
Nella notte un piccolo gruppo di noi, guidanti dal compagno sindacalista e coordinati dal subcomandante, ha rapito il menestrello reazionario, Mariano apicella, all'uscita di una nota trattoria dell'urbe. Dopo un viaggio irto di difficoltà il gruppo è ritornato tra le montagne con l'ostaggio che è stato processato con rito abbreviato dal Tribunale Rivoluzionario del Popolo. 
Il prigioniero è stato ritenuto colpevole di crimini contro il popolo, la cultura e la decenza e condannato a:
1) La visione quotidiana, per i prossimi sei mesi, dei primi 20 minuti di Inter-Napoli.
2) L'obbligo alle letture di Adorno e Benjamin.
3) L'ascolto in cuffia degli ultimi 5 album dei Korn.
Già stamane abbiamo ricevuti appelli da parte del Presidente della sedicente Repubblica Italiana,  Giorgio Napolitano, e del Premier francese, il reazionario Sarkozy, che si è detto disponibile a trattare in prima persona per il rilascio dell'ostaggio.
A tutt'oggi non esistono le condizioni per instaurare alcun tipo di trattativa. Siamo solo all'embrione della nostra attività rivoluzionaria. E il prigioniero è solo al secondo brano di "Follow the leader" . La strada è lunga...
Il Sol dell'Avvenire davanti a noi, in un "Sendero Luminoso".






permalink | inviato da SOVIET il 1/12/2008 alle 15:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




SOVIET, IL "CHE" e SAKURAMBO.


  BRUNO VESPA
SINDACO DI COGNE


 Iconografie, colore e anima.


FEDELI ALLA LINEA
  e la linea non c'è



          
                            L'intruso...          
                                                      
     






IL CANNOCCHIALE